Danelli Giussani - Studio Commercialisti Associati - Milano

Il conflitto Russia-Ucraina richiede un’informativa nel bilancio 2021

Informativa di bilancio dopo guerra Russia-Ucraina - Danelli Giussani -Commercialisti Milano

Il conflitto in Ucraina e le sanzioni internazionali adottate contro la Russia produrranno effetti sul bilancio 2021 per molte imprese.

Ai sensi dell’art. 2427 comma 1 n. 22-quater c.c., la Nota integrativa deve, infatti, riportare le informazioni riguardanti “la natura e l’effetto patrimoniale, finanziario ed economico dei fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio”.
In base al principio contabile OIC 29, i fatti di rilievo sono quelli di importanza tale che la loro mancata comunicazione potrebbe compromettere la possibilità dei destinatari dell’informazione societaria di fare corrette valutazioni e prendere decisioni appropriate.

Inoltre, ai sensi dell’art. 2428 c.c., nella Relazione degli amministratori si deve dare conto, tra l’altro, dei principali rischi e incertezze cui la società è esposta, nonché dell’evoluzione prevedibile della gestione.

Tali riferimenti in materia di informativa assumono particolare rilevanza nei bilanci 2021 per le imprese esposte alle conseguenze, derivanti dal conflitto in essere, sulle performance economiche e finanziarie consuntivate nei primi mesi del 2022 (es. imprese che esportano in Russia).

Il conflitto Russia-Ucraina e i bilanci 2021: cosa fare?

Il conflitto in Ucraina e le sanzioni internazionali adottate contro la Russia stanno producendo effetti significativi sull’economia globale. Le imprese italiane, in particolare quelle che esportano in Russia o che hanno rapporti commerciali con il paese, sono quelle maggiormente colpite.

Cosa devono fare le imprese in vista della redazione del bilancio 2021?

1. Informativa nella Nota integrativa:

Ai sensi dell’art. 2427 comma 1 n. 22-quater c.c., la Nota integrativa deve riportare le informazioni riguardanti “la natura e l’effetto patrimoniale, finanziario ed economico dei fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio”.

2. Principio contabile OIC 29:

In base al principio contabile OIC 29, i fatti di rilievo sono quelli di importanza tale che la loro mancata comunicazione potrebbe compromettere la possibilità dei destinatari dell’informazione societaria di fare corrette valutazioni e prendere decisioni appropriate.

3. Relazione degli amministratori:

Ai sensi dell’art. 2428 c.c., nella Relazione degli amministratori si deve dare conto, tra l’altro, dei principali rischi e incertezze cui la società è esposta, nonché dell’evoluzione prevedibile della gestione.

Cosa deve essere riportato in bilancio?

Le informazioni da riportare nella Nota integrativa e nella Relazione degli amministratori includono:

  • L’esposizione dell’impresa al conflitto:
    • Fatturato derivante dalle esportazioni in Russia
    • Investimenti in Russia
    • Dipendenti in Russia
  • Le possibili conseguenze del conflitto:
    • Interruzione delle relazioni commerciali
    • Aumento dei costi
    • Rischio di insolvenza dei clienti
  • Le misure adottate dall’impresa per mitigare i rischi:
    • Diversificazione dei mercati
    • Ricerca di nuovi fornitori
    • Accantonamenti a fondo rischi

Perché è importante fornire un’informativa adeguata in bilancio?

Fornire un’informativa adeguata è importante per:

  • Trasparenza:
    • Permettere ai soci e agli altri stakeholder di comprendere l’impatto del conflitto sull’impresa
  • Decisioni informate:
    • Aiutare i soci e gli altri stakeholder a prendere decisioni informate sull’investimento
  • Responsabilità:
    • Proteggere gli amministratori da eventuali responsabilità in caso di danni derivanti da una mancata informativa

In conclusione, il conflitto Russia-Ucraina richiede un’informativa specifica nei bilanci 2021. Le imprese devono fornire informazioni chiare e complete sull’esposizione al conflitto, sulle possibili conseguenze e sulle misure adottate per mitigare i rischi.

Altri aggiornamenti

Altri aggiornamenti