Danelli Giussani - Studio Commercialisti Associati - Milano

Società di comodo – accertamento fondato sul test di operatività

Società di comodo - i chiarimenti della Cassazione - Danelli Giussani - Commercialisti Milano

La Cassazione si è espressa, in materia di società di comodo, con sentenza n. 11153 del 28.4.2021. In particolare è stato sancito che il risultato del test di operatività non è un fatto idoneo alla liquidazione automatica della dichiarazione ex art. 36-bis del DPR 600/73, in quanto esso rappresenta un mero dato presuntivo e non un reddito effettivamente percepito.
La notifica della cartella di pagamento non preceduta dall’atto di accertamento può trovare applicazione esclusivamente nelle ipotesi di errore materiale o di calcolo.

Società di comodo: la Cassazione fa chiarezza sul test di operatività

La Cassazione, con la sentenza n. 11153 del 28 aprile 2021, ha fatto chiarezza sul tema e sul test di operatività.

Cosa significa?

In parole semplici, la Cassazione ha affermato che il risultato del test di operatività non è un automatismo che porta alla liquidazione automatica della dichiarazione ai sensi dell’articolo 36-bis del DPR 600/73.

Perché?

Perché il test di operatività è solo un mero dato presuntivo e non un reddito effettivamente percepito.

Cosa significa questo per le società di comodo?

Le società di comodo non possono essere automaticamente considerate come tali solo perché il test di operatività ha esito negativo.

L’Agenzia delle Entrate dovrà comunque provare che la società non ha svolto alcuna attività economica.

Cosa fare se si riceve una cartella di pagamento per una società di comodo?

Se si riceve una cartella di pagamento per una società di comodo, è consigliabile contestare la cartella e ricorrere in Commissione Tributaria.

In particolare, è importante verificare se:

  • La cartella di pagamento è stata preceduta da un atto di accertamento;
  • L’Agenzia delle Entrate ha fornito la prova che la società non ha svolto alcuna attività economica.

In caso di errori o di mancata prova da parte dell’Agenzia delle Entrate, è possibile ottenere l’annullamento della cartella di pagamento.

Altri aggiornamenti

Altri aggiornamenti